In offerta

Stima volume geotecnico significativo – GIT

232.00 esc. IVA exp. 2021-10-15

(3 recensioni dei clienti)

Stima del volume geotecnico significativo secondo: NTC 2018 e Circ. ’19, Lancellotta e Calavera, Eurocodice 7.

Visualizzazione grafico della distribuzione delle tensioni nel sottosuolo, con individuazione della profondità di indagine. Stampa report in formato *.docx.

 

Manuale utente

Descrizione

Le indagini geotecniche devono essere programmate in funzione del tipo di opera e/o di intervento, devono riguardare il volume geotecnico significativo. Per volume significativo di terreno si intende la parte di sottosuolo influenzata, direttamente o indirettamente, dalla costruzione del manufatto e che influenza il manufatto stesso. Le indagini devono permettere la definizione dei modelli geotecnici di sottosuolo necessari alla progettazione. Il progettista è il soggetto responsabile del piano delle indagini, della caratterizzazione e della modellazione geotecnica.

GIT è il software che permette di calcolare la stima del volume geotecnico significativo secondo: NTC 2018, Lancellotta e Calavera, Eurocodice 7.

Il volume significativo da indagare è costituito dalla massa di terreno entro il quale si risentono gli effetti dell’intervento.

Essi possono essere:

  1. Modifiche dello stato tensionale per aumenti di pressione (es. fondazioni) o scarichi tensionali (scavi);
  2. Variazioni nel regime delle acque sotterranee per drenaggi o impermeabilizzazioni indotti dalle opere;
  3. Inquinamento diretto o indotto dagli interventi;
  4. Modifiche delle condizioni di stabilità dei versanti per variazioni plano altimetriche o modifiche del regime delle acque;
  5. Modifiche ambientali per apertura di cave di prestito o accumuli di materiali provenienti da scavi.

È possibile ricavare, inoltre, attraverso il grafico della distribuzione delle tensioni nel sottosuolo, la profondità di indagine. Sulle ordinate viene visualizzata la profondità di indagine espressa in metri, sulle ascisse le tensioni espresse in kPa: attraverso l’incrocio della curva della tensione litostatica del terreno (azzurra) e della tensione del carico posto in superficie (Boussinesq – curva arancione), si ottiene il punto indicante la profondità a cui spingersi con le indagini, espressa anch’essa in metri. Questo valore è confrontabile con la profondità di indagine secondo le Raccomandazioni AGI 1977 (verde tratteggiata).

Riferimenti normativi:

NTC 2018 § 6.2.2 (Indagini, caratterizzazione e modellazione geotecnica)
NTC 2018 § 6.3.3 (Modellazione geotecnica del pendio)
NTC 2018 § 6.7 (Opere in sotterraneo)
CIRCOLARE ’19 C6.2.2 (Indagini, caratterizzazione e modellazione geotecnica)
Lancellotta e Calavera
Eurocodice 7 – Parte 2 – § 6 (Ground investigation report)
Associazione Geotecnica Italiana (AGI) – Raccomandazioni sulla programmazione ed esecuzione delle indagini geotecniche – 1977

3 recensioni per Stima volume geotecnico significativo – GIT

  1. Remo D’ORAZIO (proprietario verificator)

    GIT…, semplicemente un valido e rapido supporto nella programmazione delle indagini in situ, con conseguente caratterizzazione dell’effettivo volume significativo ai sensi delle NTC vigenti…

  2. Calogero Scurria (proprietario verificator)

    Software molto semplice ed intuitivo che da una prima valutazione del volume significativo.
    Molto utile la funzione che consente di stampare il report con relativo grafico.
    Consigliato!!

  3. Stefano Piccioni (proprietario verificator)

    Programma molto semplice e intuitivo che, in pochi secondi, permette di avere sempre sotto controllo le profondità significative per le indagini geognostiche di diversi tipi di opere.

Mostra le recensioni in tutte le lingue (5)

Aggiungi Nuovo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Ti potrebbe interessare anche