Prove penetrometriche statiche-STATIC PROBING

430.00 esc. IVA

Valutato 5.00 su 5 su base di 1 recensioni
(1 recensione del cliente)

Programma di archiviazione ed elaborazione di Prove Penetrometriche Statiche a punta meccanica CPT, punta elettrica CPTE e piezocono CPTU. I metodi di interpretazione litologica e stratigrafica sono elaborati per un passo a scelta dell’utente, anche centimetrico, con le metodologie (oltre quelle storiche di Begemann e Schmertmann) più affermate in campo internazionale e recenti (Robertson, Douglas-Olsen, Koester ecc. con dati standard o “normalizzati” di qc e fs).

Descrizione

Prove penetrometriche statiche-STATIC PROBING

L’acquisizione dei dati può avvenire anche per via automatica tramite centralina elettronica e l’esportazione delle colonne stratigrafiche è compatibile con altre applicazioni GeoStru.
L’interpretazione stratigrafica potrà effettuarsi, a scelta dell’utente, in maniera automatica o personalizzata, sulla base dell’esperienza acquisita, con inserimento di strati tramite mouse e con colonna stratigrafica laterale dove vi è la possibilità di inserimento di bitmap personali o standard dei software Geostru.
L’applicazione permette l’inserimento delle falde nonché l’eventuale verifica della liquefazione del suolo ed il calcolo di parametri di fondazioni superficiali e profonde (portanza).

Implementazioni nuova versione
Classificazione dei suoli secondo le NTC.
Elaborazione dei parametri geotecnici caratteristici con doppio sistema:
1) Su letture strumentali con distribuzione statistica di tipo normale;
2) Su parametri geotecnici tramite il nuovo software CVSOILS.

Adeguamento secondo la Circolare 08 settembre 2010, n. 7619/STC. Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Criteri per il rilascio dell’autorizzazione ai Laboratori per l’esecuzione e certificazione di indagini geognostiche, prelievo di campioni e prove in sito di cui all’art. 59 del DPR n. 380/2001.

Visualizzazione su mappa geografica delle prove eseguite.

STRUMENTI
Il software dispone di un database di strumenti di uso comune

DEEP DRILL, CPT SUNDA DOLMEN ELECTRONIC, GOUDA, PAGANI, Dynastar Tecnotest, WISSA, V.D. BERG (CPT HYSON 200 kn VAN DEN BERG, CPT HYSON 100 kN VAN DEN BERG, CPT HYSON 100 kN VAN DEN BERG, CPT MINI CRAWLER 100 kN VAN DEN BERG, CPT MIDI CRAWLER VAN DEN BERG), FUGRO F5CW/V, TECNO PENTA ,  Piezocones, Seismic module for S-CPTu tests.

tuttavia è consentito introdurre nuovi strumenti eliminare o modificare quelli esistenti.

Tra gli strumenti possibile è usare anche il penetrometro statico-dinamico Dynastar Tecnotest

GESTIONE PROVE
Static Probing consente una gestione semplice ed immediata delle prove eseguite in cantiere: è possibile inserire nuove prove in qualsiasi punto, assegnando la data della prova, la posizione X ed Y, la quota Z e la profondità indagata, nonché quella alla quale è stata rilevata la falda. Per ogni cantiere è possibile archiviare un numero indefinito di prove e per ciascuna eseguire l’elaborazione con le differenti correlazioni proposte. Ciascuna prova sarà individuabile a video facilmente grazie alla legenda e alla visualizzazione dei grafici della resistenza alla punta e laterale.

INPUT DATI E GESTIONE STRATI
Inserimento dati
Durante la digitazione delle letture della resistenza alla punta e laterale ad ogni passo vengono visualizzati i diagrammi della resistenza alla punta e laterale; è prevista inoltre l’Acquisizione automatica dei dati da centralina elettronica.

Gestione strati
La definizione della stratigrafia ottenibile per via automatica, secondo le interpretazioni litologiche delle più accreditate teorie di autori storici:

• Metodo di BEGEMANN (1965);
• Metodo AGI (1977)
• Metodo di SCHMERTMANN (1978);
• Metodo di SEARLE (1979);
• Douglas e Olsen (1981);
• Metodo di ROBERTSON (1990) (A, B).

la stratigrafia può inoltre essere definita secondo criteri personali acquisiti in base all’esperienza dell’utente.

EXPORT RISULTATI
II risultati delle elaborazioni vengono esportati sotto forma tabellare e grafica. Per ogni prova sono costruite le tabelle in cui vengono riportati i risultati delle elaborazioni prescelte dall’utente precedute dai dati identificativi della prova (numero d’ordine, data, ecc.) e dalle caratteristiche dello strumento usato, nonché i dati relativi al cantiere (titolo progetto, località, tecnico, ecc.). Alle tabelle possono sono associati i grafici. Infine, per completezza grafica, sarà data la possibilità di costruire la colonna stratigrafica corrispondente ad ogni prova.

ChangeLog

2017.18.2.541

13/09/2017

Migliorata assegnazione manuale litologia
Corretto errore in riconoscimento manuale della litologia secondo Robertson e Wride A e B
Versione 2017. Miglioramenti generali del programma.

2016.18.2.522

09/04/2016

Aggiornato algoritmo di importazione file ASCII
Aggiunto comando CTRL + E per cancellare immagini raster multiple

Controllo coordinate planimetriche

VERSIONE 2016

  • Aggiunta comando di assegnazione del comportamento geotecnico a gruppi di strati. Il comando si abilita con il tasto destro del mouse sulla colonna di assegnazione del comportamento geotecnico nella finestra di Immissione dati.
  • Intervento di manutenzione su versione internazionale.
  • Correzione erratta formattazione della velocità delle onde di taglio.
  • Adeguamento secondo la Circolare 08 settembre 2010, n. 7619/STC. Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Criteri per il rilascio dell’autorizzazione ai Laboratori per l’esecuzione e certificazione di indagini geognostiche, prelievo di campioni e prove in sito di cui all’art. 59 del DPR n. 380/2001.
  • Finestra Dati generali, introduzione di: codice commessa, numero certificati da allegare, zona, latitudine e longitudine.
  • Individuazione della zona in google maps. L’immagine puo’ essere salvata per essere utilizzata come sfondo “immagine raster”per l’individuazione delle prove.
  • Finestra Prova corrente, aggiunta dati certificazione: numero certificato, verbale di accettazione, numero commessa e relative date. Le stesse sono state aggiunte in modello grafico e tabulati di stampa.
  • Finestra Opzioni grafico, aggiunte: autorizzazione ministeriale, firme. Stesse aggiunte in modello grafico e tabulati di stampa.
  • Attenzione in finestra Opzioni grafico e’ stato aggiunto nel pannello Visualizza a destra di Grafici un comando di selezione tramite il quale e’ possibile colorare i grafici in modo uniforme e trasparente.
  • Oggetti grafici: Nuovi oggetti grafici e colori.
  • Tabulati di stampa sono state aggiunte nella testata iniziale le diciture previste per legge, planimetria con indicazione delle ubicazione delle prove, indice e sommario.
  • In fase di elaborazione e di relazione sono stati creati dei comandi per consentire la navigazione all’interno dei documenti.
  • Sistemazioni varie.
  • Correzione problemi stampa su più pagine per alcune configurazioni stratigrafiche.
  • Suddivisione stratigrafia in più pagine per scala imposta dall’utente.
  • Esportazione parametri geotecnici per CVSoil per elaborazione parametri caratteristici.
  • Aggiunta autorizzazione ministeriale in elaborati grafici e numerici.
  • Aggiunte Firme in calce agli elaborati grafici.
  • Export elaborati in formato XML.
  • Piezocono sismico (SCPTU).

1 recensione per Prove penetrometriche statiche-STATIC PROBING

  1. Valutato 5 su 5

    Dimitri Bastoncelli (proprietario verificator)

    Software user friendly.

Aggiungi Nuovo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Ti potrebbe interessare anche